Trullo D'Oriente
Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    Utente TV L'avatar di CrazyHorse
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Taranto (2)
    Messaggi
    4,834
    Segno zodiacale
    Toro
    Sono
    Uomo

    Predefinito Altro - Calderoli: battuti negri e comunisti. E' polemica

    Livia Michilli

    ROMA - E pensare che qualcuno s’era anche meravigliato, a vedere un leghista doc come Roberto Calderoli festeggiare il trionfo della Nazionale, elogiare «l’Italia delle diversità e della voglia di lottare», esclamare che «se insieme sudiamo e remiamo dalla stessa parte sarà la vittoria di tutti». La sorpresa però è durata poco, il tempo di sentirgli terminare il discorso: «Quella di Berlino è una vittoria della nostra identità, dove una squadra che ha schierato lombardi, campani, veneti o calabresi ha vinto contro una squadra che ha perso immolando per il risultato la propria identità, schierando negri, islamici e comunisti». E ancora: «Aver battuto tutti questi qua è stata anche una vittoria politica».
    Dice proprio così, Calderoli, «negri, islamici e comunisti», pochi minuti dopo il fischio finale, mentre l’Italia brinda e la Francia piange. Lui, che non è solo il coordinatore della Lega ma anche il vicepresidente del Senato nonché ex ministro delle Riforme istituzionali, storce il naso di fronte agli Zidane, agli Henry, cioè alla quasi totalità della squadra transalpina in campo domenica sera.
    La Francia, alle prese con le infuocate banlieue , è accusata di aver smarrito l’identità per guadagnare goal con calciatori di pelle scura e fede musulmana. Questa Francia, per cui «la nostra maggioranza di governo molto probabilmente avrebbe tifato» ma lui assolutamente no. Parla mentre la notte avanza, Calderoli, e le sue parole il giorno dopo scatenano le vibrate proteste della maggioranza («disgustoso», «razzista», «irresponsabile») ma, soprattutto, rischiano di causare un incidente diplomatico con Parigi.
    Oltralpe l’esternazione leghista sulla multietnicità dei Bleus non è stata ovviamente gradita. L’ambasciatore in Italia, Yves Aubin de La Messuzière, ha preso carta e penna e ha scritto una dura lettera di protesta al presidente del Senato Franco Marini: «Una dichiarazione così inaccettabile e spregevole può solo fomentare l’odio. La Francia va fiera di una squadra composta dai propri figli, quali che siano le loro origini o confessioni, e si stringe intorno a questi giovani che testimoniano la vitalità del nostro motto "Libertà, uguaglianza, fraternità"».
    Una replica pesante e puntuta: «Vorrei ricordare che tra i giocatori francesi stigmatizzati da Calderoli, certi giocano nelle squadre italiane dove sono molto apprezzati», puntualizza l’ambasciatore francese, sicuro che ben altri siano i sentimenti degli italiani. Un episodio che comunque macchia i festeggiamenti per la vittoria mondiale, è l’accusa del centrosinistra che, come un sol uomo, si scaglia contro il leader leghista, stigmatizza dichiarazioni gravi rese ancora più gravi dal ruolo istituzionale di chi le ha pronunciate, e punta il dito contro il silenzio del centrodestra.
    «Le parole di Calderoli suscitano vergogna e imbarazzo», dice Franco Giordano, che si trova proprio a Parigi per una riunione della Sinistra europea. Sdegnato e imbarazzato, il segretario di Rifondazione comunista: «Abbiamo festeggiato la nostra gioia insieme agli stessi francesi, a ulteriore dimostrazione dello scarto tra le posizioni razziste e xenofobe di Calderoli e questa società».
    Pierluigi Castagnetti (Ulivo) parla di espressioni «troppo forti, irresponsabili, disgustose» e se la prende anche con la Casa delle Libertà rimasta muta: «Se gli alleati di Calderoli non prendono una netta distanza da quel linguaggio xenofobo e razzista non possiamo che pensare ad una complicità politica», accusa il vicepresidente della Camera, mentre il capogruppo del Pdci Pino Sgobio invita piuttosto il centrodestra a «zittirlo, come lo ha zittito il popolo italiano con le elezioni politiche, con quelle amministrative e poi con il referendum costituzionale».
    Da tutta la maggioranza si leva un coro di biasimo. Marco Rizzo tuona contro l’intolleranza e l’odio razziale che trasudano dalle frasi del leghista: «Sarebbe bene, piuttosto che pensare all’amnistia preventiva, che qualcuno provvedesse al più presto a una sana censura».
    Stesso intervento sollecitato da Angelo Bonelli: il capogruppo dei Verdi alla Camera ha scritto una lettera di solidarietà all’ambasciatore francese e auspica ora l’intervento del presidente del Senato contro parole che, tuona, «sono degne di un rappresentante del Ku Klux Klan».
    LaMescolanza

    Io un ministro più IDIOTA non l'ho mai visto in vita mia. E questa si aggiunge alla famosa maglietta sull'Islam.

    Nota: L'IDIOTA (sisi, lo ribadisco) è un mio parere personale.




  2. #2
    Village Production Manager L'avatar di readercode
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Taranto
    Messaggi
    1,008

    Predefinito

    Non mi stupisce per niente questa dichiarazione, fatta da un leghista, non dimentichiamoci quello che fecero una volta in un treno, "disinfettarono" le sedie su cui erano sedute persone di colore.

    La mamma degli imbecilli è sempre incinta..
    readercode

    Noi non siamo qui perché siamo liberi. Siamo qui perché non siamo liberi. Di sottrarci a questo dato di fatto non c\'è ragione. Nel negarlo non c\'è scopo. Perché sappiamo entrambi che senza scopo noi non esisteremmo.






  3. #3

    Predefinito

    Ma come si fa a fare vicepresidente del senato un coglione di quello stampo...




  4. #4

    Predefinito

    evidentemente è reppresentativo di una parte del paese, che al suo pari ha posizioni intolleranti e xenofobe.
    Codice:
    Questa Francia, per cui «la nostra maggioranza di governo molto probabilmente avrebbe tifato» ma lui assolutamente no.
    quest'uomo conduce una crociata contro l'intelligenza
    e voi pensate che il vostro stomaco sia più forte del ferro??




  5. #5

    Predefinito

    che idiota!!




  6. #6
    "Admin" TV Director L'avatar di cionfs
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Taranto, Italy
    Messaggi
    23,355
    Segno zodiacale
    Vergine
    Sono
    Uomo

    Predefinito

    beota




  7. #7
    C@ramell@
    Guest

    Predefinito

    E' davvero vergognoso che personaggi come lui siano chiamati a rappresentare noi cittadini occupando un posto nel governo....e questo la dice lunga su quanto faccia schifo tutto il sistema
    Comunque oramai sono talmente assueffatta che neanche faccio più caso a quello che dice, sempre che un giorno di questi qualche altro paese che si è rotto le balle, non ci scagli una bomba atomica sulla capoccia




  8. #8
    Utente TV L'avatar di Fabbrì
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Taranto
    Messaggi
    1,204

    Predefinito

    Non è l'unico,nel Parlamento ce ne sono un bel po' di questi elementi,in entrambi gli schieramenti
    F α b b r ì | The Machittesencula eXperience © | Macchina del Lamento Ver. 3.0 | Siamo tutti un pò Quagmire | The Makumba Patata inventor | Father of Fatta\' Cala\' | The Ma-Ma-Ma Stylah,MagaUi Powah | Il cardine del mio modo di essere |




    All catchphrase are under ©




Discussioni Simili

  1. Licenze WiMax blindate: è subito polemica
    Di mimmuzzo nel forum Web, Tecnologia, Informatica
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-05-2007, 13:58
  2. Taranto - Rigassificatori, la polemica arriva in Europa
    Di cionfs nel forum News - Cronaca
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-01-2007, 11:50
  3. Altro - Gb: licenziata tramite un sms
    Di CrazyHorse nel forum News - Cronaca
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 05-08-2006, 21:22

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •