Nuovo colpo di spugna favorito dai termini di prescrizione dettati dalla cosiddetta legge ex-Cirielli al processo denominato “pilastro”. Alla sbarra una lunga serie di funzionari comunali, dipendenti di uffici tecnici di Martina Franca e Statte, ingegneri, imprenditori, ma anche politici locali. Erano in tutto 31 gli imputati al processo, fra cui spiccava il senatore Pasquale Nessa coinvolto per un solo episodio.

Articolo TarantoSera