Visibilmente infastidito per il clamore suscitato intorno al suo nome, Carlo Aprile, l’allora dirigente alle finanze che condusse l’operazione Carim, grida la regolarità del suo operato. «Ho agito — dichiara a Tarantosera — secondo la volontà del consiglio comunale e della giunta.

Articolo TarantoSera