Blitz della Digos al cimitero di San Brunone: il cattivo odore delle venti salme in attesa di tumulazione da tre giorni, ha costretto la direzione sanitaria della Asl Ta/1 a chiedere l’intervento delle Forze dell’Ordine. Un intervento necessario e urgente anche per la rissa che ieri mattina ha visto protagonisti amici e parenti dei poveri defunti e personale della ditta “Ancora” (la societ che si occupa dei servizi cimiteriali) in sciopero da tre giorni.

Articolo Il Meridiamo