Il Comune ha rischiato il dissesto-bis. Fino a due giorni fa non c’erano i numeri per chiudere il bilancio stabilmente riequilibrato se non a prezzo di tagliare alla radice tutti i servizi. Poi, il colpo di scena. Anzi, il «colpo di teatro», come l’ha definito il commissario straordinario Tommaso Blonda: con la Banca Opi - quella dei Boc, per intenderci - è stato concordato di far slittare una parte dei pagamenti per l’emissione dei Buoni Ordinari Comunali nel quinquennio successivo al 2009.

Articolo TarantoSera