Volti scuri, mugugni, parole dette a muso duro. Fra i diessini si respira l’aria malsana della sconfitta. Il partito della quercia ha toccato il suo minimo storico (superato d’un soffio il 6%) proprio nelle elezioni che secondo pronostico avrebbero dovuto decretare la disfatta del centrodestra (e cos stato) ed il trionfo del centrosinistra dopo quindici anni vissuti ininterrottamente all’opposizione.

Articolo TarantoSera