continua dalla prima pagina A Taranto la storica data del 25 luglio del 1943 era stata, in un certo senso, anticipata di alcune settimana quando i gerarchi fascisti tarantini, decisero di controllare la consegna del grano all’ammasso; per tale motivo avevano compiuto un’ispezione nelle aziende agricole della provincia jonica, ma si erano lasciati convincere dagli agricoltori, a farsi una bella “chiancareddate” all’aperto. Logicamente gli agricoltori lo avevano fatto per entrare nelle grazie dei “pezzi grossi” locali del Fascismo. La notizia giunse rapidamente a Roma e i capi tarantini del Fascismo furono destituiti e privati della tessa del Fascio. I nuovi uomini del Fascismo tarantino “governarono “ soltanto 24 ore perch il 25 luglio giunse la notizia che il regime di Mussolini era caduto.

Articolo TarantoSera