Dedicata a Italo, Massimo e Alessandro. Tre creature che non ci sono più, portate via da quello che oggi con ipocrisia lessicale si definisce male incurabile. L’associazione “Bambini contro l’inquinamento” nasce nel loro nome, nel loro ricordo. Ed è forse la prima iniziativa in Italia nella quale il mondo dell’infanzia si muove per reclamare una città più pulita, più sana.


Articolo TarantoSera