Secondo Coldiretti "il maltempo ha causato danni a macchia di leopardo con la maggioranza delle Regioni italiane che ha annunciato l’avvio delle procedure per la dichiarazione dello stato di calamità nei propri territori" e "in provincia di Taranto per un nubifragio che ha colpito centinaia di imprenditori sono andati distrutti irrimediabilmente - rileva l’organizzazione agricola - i raccolti di uva da tavola e da vino, le olive, i frutteti e gli ortaggi per un’area di circa quattromila ettari tra i territori di Castellaneta, Palagianello e Palagiano, i danni variano perlopiù tra il 70 ed il 100%".

GazzettaDelMezzogiorno