Tre anni di reclusione per aver sparato ad un barista dopo una lite scoppiata per motivi banali. E’ questa la condanna inflitta dal giudice Fiore a Vincenzo Leone, tarantino di ventuno anni figlio di Nicola Leone, conosciuto come “zio Lino”, assassinato in un agguato al quartiere Tramontone


Articolo TarantoSera