“Sono due mesi che qui siamo sottoposti a una forte pressione”, aveva detto ieri il console generale della Repubblica Popolare Cinese a Milano Limin Zhang. “I commercianti cinesi – ha aggiunto - pagano le tasse e sono in regola. Quella di ieri stata una reazione spontanea e assolutamente non premeditata”.

Articolo TarantoSera