La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

TARANTO - «E sì, spero di fargli davvero un bello scherzetto». C’è molto di romanaccio e proprio poco di iraniano nella voce di Alì Lolli, quando rivolge un pensiero non troppo affettuoso alla Ternana. Il centrocampista che sulla carta d’identità ha scritto Teheran come luogo di nascita si prepara ad affrontare i rossoverdi dove ha giocato un anno e mezzo, prima del passaggio al Taranto. «I primi sei mesi sono stati belli, poi ho avuto più di qualche problema. Da ex ci può essere qualche

Leggi l'articolo e dacci un parere...