La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

TARANTO - «I ragazzi non sono più in grado di comunicare con le semplici relazioni interpersonali. Vivono in un mondo tutto loro, che non li rende in grado di difendersi dalle aggressioni che arrivano dall’esterno». Così spiega don Nino Borsci, responsabile della Caritas diocesana, ma soprattutto insegnate di religione nelle scuole tarantine, il fenomeno della depressione che sempre più attecchisce sulle nuove generazioni, tanto da portare nelle ultime settimane degli adolescenti a scegliere di togliersi la vita. L’ultimo di loro che ha

Leggi l'articolo e dacci un parere...