La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

TARANTO - «Non ho mai picchiato mia moglie. Abbiamo litigato e all’arrivo dei carabinieri mi sono alterato, ma non ho assolutamente alzato le mani». Nega tutto il 22enne di origine russa, arrestato nei giorni scorsi a Leporano con le accuse di maltrattamenti in famiglia, violenza privata e resistenza a pubblico ufficiale. Il ragazzo, assistito dagli avvocati Antonio Mancaniello e Pasquale Basile, è comparso questa mattina dinanzi al gup Patrizia Todisco per la rituale udienza di convalida. Dinanzi al magistrato

Leggi l'articolo e dacci un parere...