La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

TARANTO - Era l’uomo al quale Nichi Vendola si era affidato per rimettere in piedi la sanità tarantina. Doveva rappresentare la svolta voluta da Bari dopo il caso delle morti a Castellaneta per lo scambio dei tubi dell’ossigeno con quelli del protossido d’azoto. Quella di Angelo Domenico Colasanto, invece, è stata subito una nomina contrastata. Soprattutto dal punto di vista politico. Il siluramento di Marco Urago, l’ex direttore generale caro ad alcuni settori dei Democratici di Sinistra, non era piaciuto in

Leggi l'articolo e dacci un parere...