La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

TARANTO - “Non ho diffamato Giancarlo Cito. Ho solo espresso critica politica”. Si è difeso così Giuseppe Panico nel corso dell’interrogatorio tenutosi dinanzi al sostituto procuratore Italo Pesiri. L’uomo, che è difeso dall’avvocato Giuseppe Lecce, è finito nei guai, in quanto, secondo l’accusa, avrebbe affisso in vari punti della città a firma di “Balla coi Lupi”, manifesti composti da fotocopie e riportanti scritte offensive nei confronti dell’on. Giancarlo Cito.Il difensore di Panico ha affermato che il suo cliente ha voluto

Leggi l'articolo e dacci un parere...