La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

TARANTO - E’ stata arrestata con l’accusa più infamante per una madre. Quella di aver permesso che il suo compagno si accanisse sul corpicino del figlio di soli tre anni, avuto da una precedente relazione, sottoponendolo “alle più brutali forme di violenza fisica e psichica”, come scrive il giudice nell’ordinanza di custodia cautelare che dispone il carcere per la coppia di conviventi, entrambi ventinovenni. Sono scattate da Mandu-ria le indagini che hanno portato, nella giornata di ieri, all’esecuzione del provvedimento da

Leggi l'articolo e dacci un parere...