La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

TARANTO - Il tasso di interesse resterebbe inalterato, però il Comune avrebbe la possibilità di spalmare il debito fino al 2056. Sarebbe questa, per sommi capi, la proposta di transazione che l’ex Banca Opi (Ora Banca Innovazione Infrastrutture Sviluppo) ha fatto pervenire a Palazzo di Città. In pratica si tratterebbe di allungare la rateizzazione per la restituzione del prestito obbligazionario da 250 milioni di euro incassato dal Comune nel 2004. Attualmente, secondo il contratto in corso, il Comune dovrà restituire quelle

Leggi l'articolo e dacci un parere...