La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

TARANTO - Alla fine è colpa sua. A prescindere. E’ Luigi Blasi il capro espiatorio della Taranto che non va. C’è una fetta di città infatti che pare aver individuato proprio nel presidente rossoblu la causa dei mali che affliggono il capoluogo. Dalla questione relativa allo Iacovone al rapporto conflittuale con parte della stampa: nessun contradditorio, in caso di contrasto la colpa non può che essere dell’imprenditore venuto da Manduria per rilevare dal fallimento, nel dicembre 2004, un

Leggi l'articolo e dacci un parere...