La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

TARANTO - Torna lo stop delle sepolture. E nei cimiteri dove si dovrebbe respirare tranquillità, si torna invece a ruminare tensione. Tutta colpa delle incomprensioni e delle difficoltà economiche che attanagliano l’amministrazione del post-dissesto. I lavoratori della cooperativa sociale L’Ancora sono tornati questa mattina ad incrociare le braccia, come forma di protesta per lo stallo in cui versa la vertenza contro il Comune di Taranto, apertasi all’indomani del rinnovo dell’appalto, che prevede una riduzione delle ore di servizio, e di conseguenza

Leggi l'articolo e dacci un parere...