La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

SAVA - Confezionavano la cocaina con metodo matematico, tagliavano le dosi senza mai commettere un errore, anche millesimale. Da qui la denominazione “Pitagora” al blitz che ha permesso ai carabinieri di sgominare la banda capeggiata dai tre fratelli Vozza. E per finanziare il giro di droga il gruppo ha anche tentato di imporre il “pizzo” a commercianti e imprenditori della zona. Nel mirino sono finiti i titolari di un’azienda di impiantistica, di una impresa edile, di un’auto-carrozzeria e di una ditta

Leggi l'articolo e dacci un parere...