La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

TARANTO - Quando c’erano loro al Comune non si badava a spese. Anche se si trattava di comprare penne e matite. Un fiume di euro, infatti, per anni si è volatilizzato per pagare conti stellari sotto la voce spese di cancelleria. Lo hanno scoperto gli investigatori della Digos nell’ambito di una serie di acquisizioni documentali compiuto negli uffici comunali. Il blitz è andato a segno su indicazione del pubblico ministero Remo Epi¬fani, uno dei più attivi magistrati sul fronte

Leggi l'articolo e dacci un parere...