La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

TARANTO - Adesso i costruttori edili si rivolgono direttamente al ministro Maroni. In una lettera firmata dal presidente dell’Ance, Marco Andri–sano, i costruttori rimar–cano la «nuova inaccettabile battuta d’arresto nel com–parto delle costruzioni venutasi a creare con l’azze–ramento degli incarichi dirigenziali al Comune di Taranto». L’attività edilizia era già paralizzata per l’assoluta inadeguatezza degli uffici dell’edilità. Ora la situazione è ulteriormente precipitata, perché dall’1 gennaio il Comune è rimasto senza dirigenti.«La città di Taranto — scrivono gli edili a Maroni

Leggi l'articolo e dacci un parere...