La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

TARANTO - 38mila pezzi per un valore di 500 mila euro. Queste le cifre dell’ultimo business del falso scovato al porto dai finanzieri del comando provinciale insieme ai funzionari della dogana. Sotto chiave un container che stivava la merce fasulla: componenti ed accessori per computer delle marche tra le più note del mercato nel settore dell’hi-tech, tra le quali Pioneer, Microsoft e Samsung, abilmente contraffatti in Cina. Non solo capi di abbigliamento, scarpe e giocattoli, quindi. Nell’ultimo anno nella sola provincia

Leggi l'articolo e dacci un parere...