La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

TARANTO – La privacy va rispettata, ma non bisogna danneggiare il diritto di cronaca. Di questo sono convinti fermamente tanto il questore di Taranto, Gian Carlo Pozzo, quanto il comandante della Compagnia dei Carabinieri, Adolfo Pe¬co¬ne.«I nomi di persone arrestate dalle forze dell’ordine possono essere certamente resi noti alla stampa da parte delle forze dell’ordine, ma è necessario che ci sia preventi¬va¬mente l’autorizzazione da parte del pm alla loro divulgazione», commenta il questore.Del medesimo parere è il comandante dell’Arma dei carabinieri,

Leggi l'articolo e dacci un parere...