La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

TARANTO - Si fa la conta dei danni a meno di ventiquattr’ore dall’inferno che ieri ha bruciato a più riprese vasti tratti del territorio jonico. Il bilancio poteva essere assai più pesante se l’impegno dei Vigili del Fuoco, insieme ai mezzi della Protezione Civile ed alle squadre antincendio dell’Ilva e dell’Eni non si fossero spesi per arginare e poi spegnere i roghi che hanno minacciato in zona Rondinella la raffineria Agip, un deposito delle Ferrovie dello Stato, e circa una

Leggi l'articolo e dacci un parere...