La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

TARANTO - Da tempo lamentano scarse condizioni di sicurezza ed un perverso meccanismo di mercato che li mette fuori gioco. Stamattina gli autotrasportatori in servizio alla Raffineria Eni hanno deciso di fermarsi. Sono circa un centinaio, alle dipendenze di quattro consorzi di padroncini. Hanno deciso di rendere pubblica una situazione che si è fatta insostenibile. Chiariamo subito: al momento non c’è alcun rischio di esaurimento delle scorte di carburante. Il fermo riguarda infatti solo i prodotti pesanti, bitume su tutti.«Abbiamo sollecitato

Leggi l'articolo e dacci un parere...