La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

TARANTO - Sale il conto degli Swap. La finanza creativa al Comune di Taranto nel periodo precedente al dissesto sembra abbia bruciato molto più dei trecentomila euro ipotizzati inizialmente dagli investigatori della Digos. E’ questo il primo sviluppo dell’inchiesta nata da una costola di quella sui Boc, l’emissione dei buoni ordinari comunali funzionali al finanziamento da 250 milioni di euro concesso da banca Opi al comune retto all’epoca dalla giunta guidata dal sindaco Rossana Di Bello. Il più grosso macigno, per

Leggi l'articolo e dacci un parere...