La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

TARANTO - Si torna in aula. E questa volta potrebbe trattarsi dell’ultimo round, perlomeno in Appello. Alla sbarra l’ex sindaco Giancarlo Cito con l’accusa di concussione. La contestazione affonda le radici nel novembre del 1997. All’epoca a far scattare le manette arrivò la denuncia dell’imprenditore Domenico Illiano, amministratore della ditta di trasporti “Cervelli”. Illiano rivelò al pm Maurizio Carbone di aver pagato tangenti ai vertici dell’amministrazione comunale, targata At6, per ottenere il rinnovo del contratto di manovalanza e facchinaggio. Sulla base

Leggi l'articolo e dacci un parere...