La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

TARANTO - E’ il giorno della resa dei conti per i protagonisti del caso Fonderie. Una clamorosa vicenda di contrabbando portata alla luce dalle indagini della Guardia di Finanza. In aula tocca al pubblico ministero Maurizio Carbone tirare le fila di un lavoro certosino che portò alla luce una maxistangata da oltre 24 milioni di euro al fisco italiano. Alla sbarra undici imputati, tra imprenditori e doganieri, sospettati di aver organizzato o fatto da sponda al grande imbroglio sviluppato dallo stabilimento

Leggi l'articolo e dacci un parere...