La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

TARANTO - Confrontarsi con il ricordo di Iacovone, trenta anni dopo, non è più semplice rispetto ai precedenti decennali: resta operazione ancora emotivamente forte, e quindi potenzialmente in grado di farti risucchiare nella vischiosa retorica delle ricorrenze. È infatti, per coloro che appartengono alla mia generazione di tifosi (che all’epoca della morte del giocatore appartenevano ancora ad una età prelogica), mescolanza di ricordi personali e sentimenti collettivi. Ancora intreccio. È viaggio nel passato. È confronto con un mito. Impatto con il

Leggi l'articolo e dacci un parere...