La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

BARI - Un bando annullato e sette milioni che diventano 16. Ce n’è abbastanza per ridestare la polemica sulla gara per la campagna di promozione turistica della Regione. Quella finita nell’occhio del ciclone dopo la sortita dell’imprenditore italo americano Paul Cappelli, indignato per una serie di presunte irregolarità nella gestione del bando per la quale la Regione aveva impegnato 7 milioni di euro. Adesso il consigliere regionale Nino Marmo chiamo di nuovo in causa l’assessore al turismo Massimo Ostillio, il presidente

Leggi l'articolo e dacci un parere...