La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

TARANTO - Il Comune tira un sospiro di sollievo. Questa mattina, poco prima delle 11, il giudice Pietro Vella ha accolto il ricorso d’urgenza presentato dall’ente civico, obbligando la banca tesoriera a versare l’anticipazione di cassa richiesta. Si tratta di circa 32 milioni di euro che consentiranno al Comune di vivere con relativa tranquillità i prossimi mesi di amministrazione. Saranno pagati gli stipendi ai dipendenti comunali, non si correrà il rischio - fino a stamattina incombente - di vedersi tagliate le

Leggi l'articolo e dacci un parere...