La presente notizia è prelevata per mezzo di feed Rss del servizio "TarantoSera"

TARANTO - Hanno voglia di parlare, perchè si sentono le prime vittime dei disservizi. Ma la condizione è quella del “cognome schermato”, perchè esporsi può non essere conveniente. Pomeriggio al capolinea dell’Amat in zona Cep, nel cuore della Salinella. E’ Emilio, corpo minuto e baffetti sul viso, 56 anni di cui 26 di onorato servizio come conducente dei pullman di città, a raccontare la giornata tipo dell’autista dei mezzi pubblici. «Io oggi ho iniziato alle 11.15 e finirò alle 17.30, ma

Leggi l'articolo e dacci un parere...